Parti

Ultimi inserimenti

Ultimi commenti

    agosto 2021
    P W S C P S N
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Regole generali per la posa del parquet

    Regole generali per la posa del parquet

    Sottofondo in calcestruzzo, su cui verrà posato il parquet, deve essere liscio, pari, pulito e asciutto. La finitura in cemento non può sgretolarsi o rompersi. È meglio controllare anche la levigatezza della superficie, un listello di legno ca. 2 m, spostandolo lungo e attraverso la stanza da rivestire. Su una lunghezza di due metri, le deviazioni, in linea di principio, non dovrebbero superare più di 5 mm. I tumori sporgenti dovrebbero essere eliminati, e uniformare eventuali buchi con pezzi di feltro per tetti durante la posa. In caso di maggiori irregolarità e ondulazioni del supporto, sarà necessario versare nuovamente la finitura in calcestruzzo. Nelle stanze al piano terra, sopra cantine non riscaldate, è bene incollare alla base uno strato di feltro isolante e poi stendere il parquet. Tuttavia, se nel soffitto fosse presente uno strato di cemento per tetti, questa attività non è necessaria.

    Quando si controlla la levigatezza e l'uniformità della superficie, è necessario prestare particolare attenzione agli angoli e ai passaggi delle vie di comunicazione. Succede spesso, che la porta aveva una "collina vuota" di cemento con un'impostazione impropria dei telai metallici.

    Posa parquet in locali non eccedenti 20 m² può essere avviato da una delle pareti. Se la disposizione sarà eseguita in una sequenza, cioè. passando lo stesso schema da una stanza all'altra senza separarli da una soglia, quindi è bene iniziare la posa dal lato del muro portante che corre lungo tutto il piano.

    Tradizionale, modello di impilamento a spina di pesce, con file che corrono parallele alle pareti prive di finestre richiede l'adozione della prima fila di listoni con un angolo di 45 °. Qualsiasi sega circolare con una gamma di taglio superiore sarà adatta per il taglio delle doghe 3 cm, con dentatura fine e piano di lavoro. Lo strumento perfetto per questi scopi è il trapano "Celma" con un accessorio: una sega circolare e un tavolo. Con una certa abilità, è possibile ottenere un taglio a 45 ° senza dover utilizzare una guida. Per fare questo, cancellane due sul tavolo della sega, tre linee su entrambi i lati del quadrante, con un angolo di 45 ° rispetto al piano di taglio. Portando la tavola parallelamente a queste linee, otteniamo l'angolo di rifilo desiderato.

    Prima di iniziare l'installazione, l'angolo della stanza dovrebbe essere fatto di doghe, disegna un angolo retto su di loro, tagliare e provare a secco (disegno).

    Disegno. Misurazione e rifilatura delle doghe negli angoli delle stanze.

    C'è spesso un angolo arrotondato di una stanza e quindi devi fare una correzione di taglio. Al fine di mantenere la corretta distanza tra il muro e la prima fila di assi, che dovrebbe essere di 1-2 cm, è bene preparare doghe in legno in larghezza 1,5 cm e una lunghezza di 1-2 m. Nel processo di posa, vengono inseriti tra il muro e la prima fila, e poi si muove lungo il muro, mettendo in sicurezza i posti precedenti con cliniche di larghezza simile tagliate dai resti del tavolato. Le cliniche sono inserite alle articolazioni di due doghe, in ogni altro connettore. Le cliniche non dovrebbero essere chiuse, ma solo per indossarlo liberamente. Perché le curve dei muri si verificano molto spesso, quindi è meglio riempire le cliniche con non sempre lo stesso spazio dal muro.

    Dopo aver completato i passaggi preparatori, puoi iniziare a rivestire il substrato con l'adesivo. Il mastice viene steso sul sottofondo con una spatola appositamente preparata composta da un fusto di ca. 1,5 me una doga inchiodata alla sua estremità. La larghezza della spatola facilita la stesura dell'adesivo su una fila del listone posato. Perché se non ti alleni, c'è il rischio che i muri si sporchino, si consiglia quindi di stendere il mastice sotto le pareti con una spatola dentata. Lo strato di mastice non deve essere troppo spesso, perché strizzerà attraverso le fessure sulla superficie delle assi e la lascerà permanente, macchie nere sui connettori, non carteggiabile. Tuttavia, l'intera superficie del supporto deve essere coperta con esso. Dopo aver rivestito la striscia, è meglio attendere una dozzina di minuti circa affinché l'adesivo si diffonda sotto l'influenza della temperatura e raccogliere l'eccesso con una spatola. Il mastice viene steso in strisce di larghezza leggermente superiore alla larghezza della fila di doghe da posare. Ciò è particolarmente importante nella prima fase di posa quando non possiamo ancora stare sul pavimento posato.


    Aggiungi un commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *